La fotografia e i Fotografi

Raw, Gamma Lineare ed Esposizione - parte 1

Scritto da Image Consult • Mercoledì, 21 luglio 2010 • Categoria: Tecnica


Articolo di Bruce Fraser dal sito adobe.com

Probabilmente la differenza più importante tra scattare con pellicola  piuttosto che in digitale consiste nella differente rispondenza alla luce. La pellicola reagisce alla luce nello stesso modo in cui reagiscono i nostri occhi, ma non altrettanto fa il silicio. Se pensate di archiviare questa informazione come un fatto appena degno di interesse, lasciate che vi dica che state sottovalutando la importanti implicazioni che le particolarità della rispondenza del silicio hanno sul modo di impostare l'esposizione negli scatti digitali. Se esponete uno scatto digitale allo stesso modo di uno analogico, rischiate il doppio danno di sbagliare il range dinamico della macchina e di creare un'immagine i cui toni scuri hanno più rumore del dovuto.

La pellicola simula il comportamento dell'occhio umano, che non è assolutamente lineare. Molte delle capacità percettive umane mostrano una significativa non linearità - un'equalizzazione integrata che ci permette di essere efficiente in un ampio spettro di condizioni senza che i nostri sistemi di percezioni siano sovraccaricati.

Se mettete una pallina da golf sul palmo della vostra mano e poi un'altra, la sensazione di peso non è del doppio. Se nel vostro caffè aggiungete 2 cucchiaini di zucchero anziché uno, la sensazione di dolce non è del doppio Se raddoppiate la potenza acustica del vostro stereo, il volume percepito non è del doppio. Se raddoppiate il numero dei fotoni che raggiungono i vostri occhi, non vedrete le cose con il doppio di luminosità; certamente le vedrete più luminose, ma non il doppio più luminose.


L'equalizzazione integrata permette ai vostri sensi di funzionare all'interno di un enorme spettro di condizioni. Potete passare da una stanza in penombra ad una illuminata a giorno senza che i vostri occhi prendano fuoco, malgrado abbiate incrementato il fattore di stimolo anche di 10.000 volte! i sensori delle fotocamere digitali, però, non possono vantare la compressione non lineare tipica della percezione umana: contano i fotoni in maniera lineare.

Questo significa che  se una macchina fotografica usa 12bit per codificare lo scatto in 4.096 livelli, allora il livello 2048 rappresenta la metà dei fotoni registrati nel livello 4096. Questo è il significato di Gamma Lineare: ogni livello corrisponde esattamente al numero di fotoni registrati.



La registrazione lineare comporta importanti conseguenze per l'esposizione. Se una macchina fotografica registra 6 stop di range dinamico, metà dei 4.096 livelli sono dediti allo stop più luminoso, la metà dei rimanenti (1.024 livelli) delineano lo stop seguente, metà dei restanti (512 livelli) descrivono il prossimo stop, e così' via…lo stop meno luminoso, quello che descrive le ombre più scure, è rappresentato soltanto da 64 livelli, come mostrato nelle immagini.


4071 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

0 Trackbacks

  1. Nessun Trackbacks

0 Commenti

Mostra commenti (Cronologicamente | Per argomento)
  1. Nessun commento
L'autore non consente commenti a questa notizia