100piatti. Ricette e piatti per le cucine italiane di oggi.
buon anno da 100piatti.it

Live well Diet. Dal WWF la dieta ecosostenibile.

Scritto da pachi • Giovedì, 3 febbraio 2011 • Categoria: Consigli


La "Live well diet", cioè la dieta per vivere bene, ovvero la dieta eco-sostenibile proposta dal WWF in Gran Bretagna, costa solo 35 euro a settimana e consentirebbe di ridurre di un quarto le emissioni di gas inquinanti.

Piu' che una dieta è uno schema di alimentazione sana basata su cibi naturali, non elaborati e facili da preparare.

100piatti la dieta ecosostenibile

La dieta eco-sostenibile è stata messa a punto dai ricercatori del Rowett Institute of Nutrition and Health, dell'Università scozzese di Aberdeen, in collaborazione con gli esperti del WWF International.

Cereali integrali, legumi, verdure, pollo, frutta. Niente di strano in questa dieta, ma le linee guida fondamentali sono:

1. Ridurre il consumo di carni e prodotti animali, preferendo invece legumi e prodotti vegetali. Gli esperti consigliano di portare il consumo di carne annuale a 10kg, in tutto, che corrisponde piu' o meno a 200gr. a settimana.

2. Aumentare verdura, frutta e legumi, scegliendo tra quelli biologici e a Km.zero

La Livewell diet è stata costruita per la popolazione inglese che, secondo gli esperti si alimenta molto male e, con le sue scelte alimentari contribuisce ad innalzare di circa il 20% le emissioni di CO2 in atmosfera.

La riduzione delle emissioni nocive, è un obiettivo che tutti i Paesi dell'UE si sono fissati. Il cosiddetto obiettivo 20-20-20 prevede che entro il 2020 i Paesi europei avranno ridotto del 20% le loro emissioni di Co2 e contemporaneamente aumentato l'efficienza energetica del 20%, raggiungendo il 20% di utilizzo di energie alternative.

Ma cosa c'entra la dieta con le emissioni di CO2?


Mangiare troppa carne, inoltre, non assicura un assorbimento efficace di calorie, come sostiene Mark Driscoll, responsabile del programma One Planet Food del WWF inglese, un programma partito nel 2009 con l’intento di ridurre l’impatto ambientale e sociale dei consumi alimentari. L'alto consumo di carne ha un forte impatto sulle nostre risorse:

«Sono necessari 10kg di mangime - spiega Driscoll - per produrre un solo chilo di carne». Sebbene la dieta ecosostenibile non sia vegetariana, consiglia comunque di mangiare una quantità limitata di carne, di alimenti trasformati, perchè gli alimenti elaborati richiedono un’intensa attività industriale, provocano diversi problemi cardiaci, contribuiscono all’insorgere del diabete, e  sono nocivi per l’ambiente.

100piatti allevamenti intensivi maiali100piatti dieta ecosostenibile

?Il WWF, inoltre, sottolinea come la produzione di alimenti di origine animale, nelle società industrializzate, contribuisca alla distruzione degli ecosistemi in regioni come il Cerrado (Savana tropicale) e l’Amazzonia in Brasile, come denunciato da diversi gruppi ambientalisti, a fronte di un aumento della coltivazione di soia.

La maggior parte di questa leguminosa che arriva nel Regno Unito, secondo i dati raccolti dal WWF, proviene dall’America Latina, e circa l’80% è destinata all’alimentazione degli animali di allevamento. Molte foreste tropicali, inoltre, vengono abbattute per piantare palme, dalle quali si ottiene il famoso olio che si ritrova nei biscotti che mangiamo al mattino, nei bastoncini di pesce o nei tanti prodotti delle multinazionali che ne fanno largo uso.? ?

100piatti disastri ambientali per agricoltura intensiva soia

Gran parte dei disastri ambientali del nostro Pianeta dipendono, dunque, dal cibo che scegliamo di mangiare almeno tre volte al giorno, ma basterebbero pochi accorgimenti nella nostra alimentazione per avere un effetto decisamente positivo, non solo sulla flora e la fauna del nostro Pianeta ma anche sulla nostra salute.

«Un quinto di tutti i gas serra prodotti al mondo - spiega Colin Butfield, uno dei ricercatori che ha partecipato al progetto - proviene dall’agricoltura. Un hamburger mangiato a Londra, a New York o a Roma ha un potenziale distruttivo sulla foresta amazzonica.
Se tutti i terrestri mangiassero come fa abitualmente un europeo o un americano, entro il 2050 ci servirebbero due pianeti Terra per nutrire tutti».

Ma possiamo fare molto, semplicemente scegliendo cibi che siano eco-sostenibili.

6608 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

0 Trackbacks

  1. Nessun Trackbacks

0 Commenti

Mostra commenti (Cronologicamente | Per argomento)
  1. Nessun commento

Aggiungi Commento


Enclosing asterisks marks text as bold (*word*), underscore are made via _word_.
E-Mail addresses will not be displayed and will only be used for E-Mail notifications.
To leave a comment you must approve it via e-mail, which will be sent to your address after submission.

To prevent automated Bots from commentspamming, please enter the string you see in the image below in the appropriate input box. Your comment will only be submitted if the strings match. Please ensure that your browser supports and accepts cookies, or your comment cannot be verified correctly.
CAPTCHA

Standard emoticons like :-) and ;-) are converted to images.